News

Il Centro Astalli per i Rifugiati e l’Associazione Casa di Pulcinella-Claudio De Santis

 

sono lieti di presentare il concerto

MigrArte

La musica del mondo attraverso l’arte dei migranti

“La musica è terra di incontri, non ha confini”

 

SABATO 20 MAGGIO 2017 – ORE 19:30

 

CHIESA DI SANT’ANDREA AL QUIRINALE

Via del Quirinale, 30 – Roma

 

INGRESSO LIBERO

CONCERTO DI BENEFICENZA

 

Partecipano:

Annalisa Raspagliosi – soprano

Sofia Corrales – soprano

Ida Boing - voce

José Magalhaes – chitarra classica

Gruppo Luz y Norte Musical

Giuseppe Bove – sassofono - e Angelo Raffaele Latagliata – chitarra elettrica

Coro dei ragazzi della Casa di Iqbal e di Pulcinella

Maria Libera Ranaudo – Presentatrice

 

INFORMAZIONI:

3451125798 (Luigi Territo, SJ); 3478241891 (Cecilia Nicoletti)


Profili degli artisti

 

 

 

La Soprano Annalisa Raspagliosi inizia giovanissima lo studio del canto e si perfeziona con Raina Kabaivanska. Svolge un’intensa attività concertistica come solista del Coro della Cappella di San Giovanni in Laterano di Roma. Nel 1998, dopo aver vinto il concorso internazionale di canto "Cascina Lirica" e il Concorso internazionale per cantanti lirici “Città di Roma”, debutta con grande successo nell’opera La traviata, interpretando il ruolo di Violetta Valéry, nell’ambito del “Settembre in Musica”. A partire dal 2000 canta con Luciano Pavarotti e con altri grandi artisti negli Stati Uniti, in Messico, in Giappone e in numerosi paesi europei.

 

 

 

Sofia Corrales, soprano, inizia i suoi studi di canto nel 2000 al Conservatorio Castella in Costa Rica, all’età di 14 anni. Continua suoi studi universitari all’Università Nazionale di Costa Rica dove conclude il primo livello. Ottenne il “Graduate Diploma” dal Royal College of Music di Londra nel 2009, e adesso a Roma il Diploma Accademico di II Livello in Canto, dal Conservatorio di Santa Cecilia a Roma. Sofia ha debuttato nel Teatro Nazionale di Costa Rica in diversi ruoli operistici come Michaela in Carmen (G. Bizet), Nedda in Pagliacci (R. Leoncavallo), e nel 2016 come Mimì nella Bohème (G. Puccini).Inoltre, è stata invitata diverse occasioni dall’Orchestra Sinfonica Nazionale di Costa Rica come solista, nel Requiem di W. A. Mozart ed a diversi concerti speciali. Prossimamente sarà la soprano solista nella Petite Messe Solennelle di G. Rossini nella Basilica dei Santi Cosma e Damiano, come parte del Festival Musicale “Un Organo per Roma”.

 

 

Il chitarrista José Magalhães è un interprete di stili musicali classici e popolari. Originario del Brasile, Magalhães matura la sua formazione musicale con alcuni dei più importanti chitarristi brasiliani. Studia presso la Scuola Nazionale di Choro Raphael Rapello, a Brasilia. Con la cantante Ida Boing registra il CD "Cantando Historias". Partecipa a diverse registrazioni come arrangiatore e interprete. Magalhães è anche avvocato e si impegna nella Caritas brasiliana e Internationalis per la protezione dei diritti umani e le cause sociali.

 

 

La cantante brasiliana Ida Boing sviluppa la sua formazione musicale presso il Coro della Università di Santa Catarina (Brasile), sotto la regia del maestro Acacio Santana, autore di numerosi canti liturgici e popolari. Ha fatto anche parte del Coro dell’Università di Brasilia.

 

Il sassofonista Giuseppe Bove e il chitarrista Angelo Raffaele Latagliata sono due giovani cantautori e artisti esordienti della Casa di Pulcinella. Hanno composto una loro canzone sull’amore tra un ragazzo italiano e una ragazza araba immigrata per questa speciale occasione.

        

Il gruppo Luz y Norte musical è un ensemble formato da rifugiati, gesuiti, operatori e amici del Centro Astalli.  Attraverso la musica il gruppo desidera promuovere i valori dell'interculturalità e dell'integrazione. Un modo per abbattere confini e distanze attraverso l'incontro e la contaminazione degli stili musicali. 

La Casa di Pulcinella e la Casa di Iqbal fanno parte della stessa Associazione di volontariato “Casa di Pulcinella Claudi De Santis”, nata nel 1998 come esperienza di amicizia con ragazzi altrimenti abili. Dal 2011 è nato anche il progetto Casa di Iqbal per offrire a bambini e ragazzi di vari Paesi uno spazio e degli amici con cui incontrarsi, conoscersi, studiare, giocare e crescere assieme.

 

 

PROGRAMMA

 

PARTE I

 

  • Preludio n. 1 (Heitor Villa-Lobos)    

 

  1. José Magalhaes (chitarra – solo)
  • La mia canzone al vento (Cesare Andrea Bixio)

 

José Magalhaes (chitarra) - Annalisa Raspagliosi (voce)

  • Chanson de l’adieu (Francesco Paolo Tosti)

 

José Magalhaes (chitarra)- Annalisa Raspagliosi (voce)

  • Summertime (George Gershwin)  

 

José Magalhaes (chitarra) - Annalisa Raspagliosi (voce)

  • Gracias a la Vida (Violeta Parra)

 

José Magalhaes (chitarra) Sofia Corrales (voce)

  • Los Hermanos (Atahualpa Yupanqui)

 

José Magalhaes (chitarra)- Ida Boing (voce)

  • Bachianas Brasileiras No. 5 (Heitor Villa-Lobos)

 

José Magalhaes (chitarra) - Annalisa Raspagliosi (voce)

 

 

PARTE II

  • Fatou you (canto del Senegal) 

 

    1. Gruppo Luz y Norte Musical
  • La Tierra de Olvido (canto della Colombia)    

 

  1. Gruppo Luz y Norte Musical
  • Kol Rinà (canto ebraico)

 

Gruppo Luz y Norte Musical

  • Yaya Demin (canto della Costa d’Avorio)

 

Gruppo Luz y Norte Musical

  • Antidotum tarantulae (antica danza pugliese trascritta da Athanasius Kircher)

 

Gruppo Luz y Norte Musical

  • Ma perché no (Giuseppe Bove e Angelo Raffaele Latagliata - cantautori)

 

Giuseppe Bove (voce e sassofono) – Angelo Raffaele Latagliata (voce e chitarra elettrica)

 

  • In un mondo di maschere (Canto scout dell’amicizia)

 

Coro della Casa di Pulcinella e di Iqbal con tutti gli artisti e il pubblico

Angelo Raffaele Latagliata e Christopher Garcia – chitarre

 


 

Sul concerto …

Il progetto MigrArte – l’arte che migra - nasce dal sogno degli artisti di vari Paesi del mondo di creare in Italia, terra di emigrazione e immigrazione, uno spazio comune di incontro e di amicizia senza confini attraverso lo scambio di esperienze artistiche e musicali. Il Concerto Migrart è un concerto itinerante che vorremmo portare nei diversi luoghi di incontro delle comunità locali, a Roma e in altre città.

 

PROGETTO “LABORATORI E CAMPI ESTIVI DELLA CASA DI PULCINELLA E DI IQBAL”

Nell’ambito dell’Associazione Casa di Pulcinella, che dagli anni ’90 svolge un’attività di volontariato con adulti altrimenti abili, si sta realizzando il progetto “La Casa di Iqbal”, finalizzato all’accoglienza, l’amicizia e l’integrazione sociale di minori italiani e immigrati, molti dei quali vivono in case popolari alla periferia di Roma o provengono da famiglie in situazioni economiche e sociali disagiate.  Ogni anno l’Associazione realizza attività didattiche, sportive, artistiche e ricreative presso varie parrocchie di Roma e due campi estivi.  In questi campi estivi i bambini, i ragazzi e i volontari rafforzano la loro amicizia attraverso giochi di squadra, la scoperta della natura e delle tradizioni locali, la visita a città d’arte e la condivisione. Le offerte libere che si raccoglieranno questa sera saranno destinate alla realizzazione di Laboratori (di musica, teatro, cucina) e dei campi estivi.

 

 

 

 

Introduzione ai Canti

 

PRIMA PARTE

 

Prelúdio No. 1

Heitor Villa-Lobos è considerato il compositore più importante della storia della musica brasiliana. La sua opera musicale comprende più di 1500 brani, tra i quali cinque preludi per chitarra. Il preludio numero 1, composto nel 1940, è un omaggio alla figura del  “contadino”.  

 

La mia canzone al vento.

“Tu passi lieve come una chimera. Vento d'aprile. Perché non torni? é primavera! “

Il autore Cesare Andrea Bixio, nato a Napoli nel 1896, è un compositore di musiche napoletane.

Autore di colonne sonore per il teatro, il cinema, la radio e la televisione, Bixio ha composto più di 500 canzoni. La mia canzone al vento” è stata immortalata nella voce inconfondibile di Pavarotti e tanti altri cantanti d’opera.

               

La Chanson de l’Adieu.

È un’opera dell’italiano Francesco Paolo Tosti e del poeta francese Edmundo d’Haraucourt, del             1899, ed una delle più belle canzoni del repertorio romantico italo-francese. “La Chanson de l’Adieu”              esprime tutti i sentimenti che si provano nel “partire” verso terre lontane.

 

È un’Aria del compositore americano George Gershwin, composta per la sua opera ‘Porgy and Bess’ del 1935. È una canzone basata su una ninna nanna di origine ucraina. È diventata una delle canzoni più conosciute al mondo.

               

Gracias a la vida.

La cantautrice Violeta Parra è nata nel 1917 in Cile. A lei si deve un’importante opera di recupero e diffusione delle tradizioni popolari del Cile. Nelle sue canzoni sono sempre presenti la denuncia e la protesta contro le ingiustizie sociali. Più che una canzone, Gracias a la Vita” è un “ inno” all’umanità.

               

Los Hermanos.

Questo è un brano che esprime l’amicizia e la fraternità. Fu composto dal cantautore argentino Athualpa Yupanqui, considerato il più importante musicista del folclore argentino. Le sue composizioni formano parte di innumerevoli repertori di artisti sia in Argentina che in diverse altre parti del mondo.

                              

Bachianas Brasileiras n. 5

Una delle più belle composizioni del brasiliano Heitor Villa-Lobos, realizzata verso il 1930. In quest’opera Villa-Lobos mise insieme musica popolare brasiliana e musica classica nello stile di Johan Sebastian Bach (per l'appunto le bachianas).

 

 

SECONDA PARTE

 

Fatou you (canto senegalese)

Fatou si ferma all’ombra di un albero ad osservare le foglie e gli insetti e non si accorge che il gruppo di bambini continua a camminare lasciandola indietro. all’inizio la bambina crede di essere in grado proseguire da sola.. ma poi si accorge che ha perso il senso dell’orientamento e si spaventa. la bambina si ritrova nella foresta da sola, impaurita e scoraggiata e ripensa alle parole della mamma, ma ad un tratto le viene in mente una canzoncina che aveva imparato da piccola e spera così che mettendosi a cantare qualcuno senta la sua voce e le vada in soccorso. fatou … inizia il suo canto... poi sempre più forte canta…

 

 

 

 

 

La tierra de olvido (Colombia)

È una canzone d'amore, l'amato attende la donna amata:

“come la luna illumina le strade di notte; come le foglie inseguono il vento; come il sole che spaventa il freddo; come la terra che attende la pioggia; come il mare che aspetta il fiume; cosi aspetta il suo ritorno dalla terra dimenticata”

 

Kol rinà (canto ebraico)

È un canto dell'esodo, un canto di liberazione, un grido di vittoria. una preghiera di lode al signore che ha liberato il popolo dall’angoscia e dalla schiavitù. uomini e donne camminano verso la terra che il signore ha promesso loro, cantando:“Voci di giubilo e vittoria nelle tende dei giusti. La mano del signore ha fatto meraviglie”. 

 

Yaya demin (Costa d’Avorio)

È una canzone composta da Monique Seka per ricordare il suo paese, la Costa d’avorio. nostalgia e ricordi s’intrecciano a un presente ancora confuso e precario.

 

Antidotum tarantulae

così il gesuita, e musicista, Athanasius Kircher trascriveva, nel seicento, il ritmo fondamentale di una antica danza pugliese di cui aveva sentito parlare: la «pizzica», ballata dalle donne morse dalla tarantola per guarire dal veleno e dal maleficio di cui si pensavano vittime. 

 

Ma perché no

È un canto composto da artisti esordienti della Casa di Pulcinella e racconta l’amore tra un ragazzo italiano e una ragazza araba immigrata.

 

In un mondo di maschere

È il canto dell’amicizia nato dall’esperienza dei gruppi Scout e cantato in tanti gruppi parrocchiali e nei gruppi della Casa di Pulcinella e di Iqbal.

 

Siamo onorati di presentare un incontro gratuito in cui interverrà una nostra socia, insieme con il Centro culturale Gabriella Ferri e Il Municipio IV del Comune di roma, dal titolo:

"Il Bullismo e il Cyberbullismo: Una forma emergente di violenza - Come intervenire?"

 

 

Siamo onorati di presentare un incontro gratuito in cui interverrà una nostra socia, insieme con il Centro culturale Gabriella Ferri e Il Municipio IV del Comune di roma, dal titolo:

"Il Bullismo e il Cyberbullismo: Come agire"

 

 

 

Pagina 1 di 5