Insieme si può - Il Flash Mob di Pulcinella

Il tam tam è serrato dal primo pomeriggio

“Chi c’è stasera?”

“A che ora?”

“Ho preso il 492, arrivoooo”

“E se piove?”

Qualcuno dice: “abbiate fede”.

Essi perché la casa di Pulcinella ha deciso di organizzare un flash mob a piazza dell’Immacolata, per rendere  visibile il lavoro svolto durante l’anno dal laboratorio ritmi danzAbili, laboratorio di danzamusicoterapia condotto da Roberta Pedicino con il supporto dei nostri volontari e per sensibilizzare la comunità sui problemi connessi alla disabilità.

L’emozione è quella delle grandi occasioni.

Arrivo in piazza alla 19 è trovo gli amici di sempre. Saluti abbracci, sorrisi, vengo contagiata.

Ci mettiamo in cerchio; c’è emozione, forse anche un pizzico di imbarazzo, ma prevale la voglia di fare una bella esperienza insieme. Ci mettiamo in cerchio come al solito, come per ognuna delle attività che facciamo, perché cosi ognuno è pari del compagno che ha a fianco. Non c’è prima fila o ultima. Ci si guarda in faccia e se serve ci si aiuta.

Partono i tamburi, Roberta al centro del cerchio come un direttore d’orchestra ci dirige; dirige i nostri corpi e i nostri  movimenti a sprigionare energia. Ci “accordiamo”, produciamo una melodia, la nostra, che si diffonde per la piazza.

Mi commuovo.

Mi commuove il divertimento di tutti, ma di più di alcuni dei nostri ragazzi.

Mi commuove il loro entusiasmo e partecipazione, l’espressione dei loro volti, felice e sorridenti. Penso che purtroppo non sempre è cosi.

Mi commuove l’essere di generazioni diverse a partecipare, dai nove anni  all’infinito.

Il suono di quei tamburi che molto spesso in questa stessa piazza ha diviso, allontanato, anziani dai giovani, residenti e non, ora vuole unire, avvicinare, conoscere.

Mi commuove pensare che questo potrebbe essere un nuovo modo di vivere gli spazi in questa città.

Il solito “traffico” della piazza è interrotto e chi vuole può avvicinarsi, partecipare.

Si sa San Lorenzo è il quartiere della movida, dello spaccio, dello sballo.

Ma non adesso.

Ora ci godiamo il nostro quartiere, tutti, bambini anziani, persone con disabilità.

Iniziare a piovigginare, nessuno si sposta o indietreggia, il cielo è grigio ma non per noi.

non oggi.

Si danza e si canta a ritmo dei tamburi.

Il direttore ci porta a concludere la nostra composizione musicale.

C’è molta allegria, ed emozione nell’aria che si mescola alle gocce che cadono, si va a festeggiare nelle sale della parrocchia.

Mi porto dentro un insegnamento importante dell’esperienza che abbiamo fatto oggi.

Il coraggio di incontrare l’altro trasforma la realtà in cui viviamo.

Insieme si può.

Grazie a tutti

Barbara

© 2019 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Please publish modules in offcanvas position.